Where Chefs Eat – Phaidon

IMG_9193

Un paio d’anni fa, gironzolando per la Hoepli in pausa pranzo, mi sono imbattuta in questa Bibbia straordinaria edita da Phaidon. Ed un po’ perché ha un aspetto che la rende particolarmente affascinante – il design richiama i vecchi elenchi telefonici inglesi degli anni ’50 e’ 60 – un po’ perché ho sempre sognato di sapere dove vanno i grandi chef quando hanno voglia di mangiare fuori, me la sono accaparrata e sono tornata in ufficio non aspettando altro che il primo momento libero per poterla sfogliare.

Meraviglia – ho pensato – 400 chef che consigliano più di duemila posti in tutto il mondo! 

Dal chiosco per strada al miglior caffè per la colazione, dalla bettola rinomata per la cucina locale al ristorante pluristellato in cima a qualche fantomatico hotel, in questo libro ce n’è per tutte le occasioni e per tutte le tasche, il tutto accuratamente diviso per continenti, stati, città e corredato da cartine, indirizzi e commenti degli stessi chef.

9780714865416-where-chefs-eat-book-sample-4

Sezione interna – Photo Courtesy Phaidon Website

 

9780714865416-where-chefs-eat-book-sample-1

Sezione interna – Photo Courtesy Phaidon Website

Questo trionfo di straordinari ed affidabili consigli è stato raccolto da Joe Warwick, food writer e cofondatore del celebre premio The World’s 50 Best Restaurants, assieme ad un team editoriale di 25 persone per un totale di 12 mesi di lavoro ed un’innumerevole quantità di mail e telefonate tra i quattro continenti.

A Ferran Adrià, Alex Atala, Massimiliano Alajmo, Massimo Bottura, Daniel Boulud, Andrea Berton, Enrico Crippa, René Rezdepi – solo per citarne alcuni tra i più noti – sono state poste queste otto domande che sono servite a catalogare tutte le informazioni raccolte e che ritroverete nel “Recommended for” in calce ad ogni indirizzo riportato – qui in basso in corsivo:

Qual’è il ristorante in cui vai più spesso? – Regular Neighborhood; Qual’è il tuo locale preferito per la colazione? – Breakfast; Dove ti piace mangiare in tarda serata? – Late Night; Quale ristorante incarna meglio la tua cucina d’origine, quale consideri il tuo preferito in termini di ricette locali? – Local Favourite; Dove trovi il miglior cibo a buon mercato? – Bargain; Dove ti siedi per celebrare un’occasione speciale? – High End; Quale ristorante ammiri al punto che vorresti averlo aperto tu stesso? – Wish I’d opened; Quale ristorante vale un viaggio intero? – Worth the Travel;

Le risposte ricevute da Warwick e dal suo team sono state così precise, numerose ed accurate da permettere al progetto di costruirsi su circa trecento pagine in più rispetto alla stima iniziale, e questa guida ha riscosso un immediato e tale successo da arrivare in meno di un anno alla seconda edizione – che cambia nel colore della copertina, mentre immutati ed assolutamente memorabili rimangono i 50 font studiati appositamente per il progetto.

Arriviamo ora alla parte più succulenta di questo post, la mia esperienza diretta: dove me lo sono portato questo bellissimo librone azzurro? In quali città del mondo ho lasciato che mi guidasse? A quali specifici consigli mi sono affidata?

Partendo dal presupposto che Where Chefs Eat è l’unico oggetto che non dimentico mai di mettere in valigia – sappiate che esiste anche l’app, che quando si viaggia magari alleggerisce dai pesi, solo che io sono un’ostinata feticista della carta stampata – ci sono stata a Firenze, Berlino, Londra, New York, Bangkok, Singapore e Bali.

Ed in ognuno di questi posti ho potuto fare delle grandi esperienze, grazie ai consigli dei nostri adorati chef.

Una per tutte?? Senza dubbio, qui:

Momofuku Noodle Bar, dello chef David Chang – 171 1st Avenue – East Village – Manhattan – New York –  E’ catalogato come Wish I’d opened per via dell’opinione di sei diverse personalità della gastronomia mondiale.

La sottoscritta, invece, prenderebbe un aereo tra mezz’ora per un altro assaggio di Gamberi al Pepe su Crema di Verze. Valgono assolutamente il viaggio ;)

Processed with VSCOcam with s2 preset

Please like & share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *