IMG_9308 IMG_9508“Il Radicchio Rosso di Treviso Tardivo si presenta con foglie lunghe e affusolate, con una costa centrale bianca e foglie di un colore rosso-violaceo intenso. Secondo il disciplinare di produzione, la raccolta dal campo aperto può iniziare solo dopo che le piante abbiano subito due brinate. Una volta raccolto (ancora con il suo fittone o radice) viene legato in mazzi e posto con il fittone immerso in vasche di acqua di falda a temperatura costante (12-15 gradi) per la fase di imbianchimento. La temperatura mite dell’acqua favorisce la ripresa del processo vegetazionale, ma l’assenza di luce impedisce alla pianta di produrre clorofilla: da qui il colore tipico e l’ammorbidimento delle note amare della cicoria. Dopo un periodo di forzatura in acqua, che varia dai venti ai quindici giorni, il Radicchio Rosso di Treviso Tardivo IGP è pronto per la toelettatura finale e per la successiva commercializzazione..” – copincollo da Wikipedia (anche perchè mi sembra più onesto del farvene un riassunto).

IMG_9356

Il radicchio tardivo è un mio grande, grandissimo amore. Non solo per la bellezza strepitosa – è uno dei soggetti fotografici che preferisco – non solo per il sapore – perde l’amarognolo nella fase di sbianchimento, per cui è molto più dolce del fratello precoce – ma anche e soprattutto perchè si gusta al meglio attraverso preparazioni di grande essenzialità come questa, i cui 25 minuti complessivi di making of possono essere divisi in un 10% di manodopera, 90% di cottura.

Massimo risultato col minimo sforzo, soprattutto se siete in fase detox.

Per una versione più gustosa potete sostituire l’uvetta con dello speck a dadini, e sbriciolarvi sopra del Roquefort, a cottura ultimata ma non prima di estrarre la teglia dal forno, in modo che si sciolga per bene.

Radicchio tardivo al forno in agrodolce
Recipe Type: Contorno
Author: The Foodorialist
Prep time:
Cook time:
Total time:
Ingredients
  • 3 cespi di radicchio tardivo
  • uvetta passa
  • olio evo qb
  • sale marino integrale qb
  • pepe nero qb
  • aceto balsamico di Modena in diffusore
Instructions
  1. Lavate accuratamente il radicchio, asciugatelo e tagliatelo a metà per il lungo.
  2. Irrorate d’olio extravergine una teglia da forno, metteteci il radicchio, condite con altro olio, sale e pepe, aggiungete l’uvetta passa precedentemente ammorbidita in acqua calda e spruzzate generosamente l’aceto balsamico sul radicchio.
  3. Infornate a 180° e a temperatura statica per una ventina di minuti, rivoltando il radicchio un paio di volte ed irrorandolo con qualche altro spruzzo d’aceto balsamico.
  4. Servite il radicchio dopo averlo lasciato intiepidire leggermente.

IMG_9527

# # # # # # #

22 febbraio 2015

Lascia un commento